News

Il nuovo intervento del Laboratorio Sobrero ci trasporta nei primi mesi del 1916, mentre nulla accadeva sul fronte dolomitico, poiché il clima rigido rendeva difficoltoso approntare azioni di un certo spessore per entrambi gli schieramenti. Così le lettere del sottotenente Anna Felice Sobrero raccontano anzitutto il mistero della stasi nella guerra di montagna, la macerazione dei disagi, la trita ripetitività delle tormente di neve: una serie di minuzie e di piccoli e grandi eventi che non hanno trovato spazio nelle pagine ufficiali della Storia, pur permettendo di gettare degli sguardi originali (e talvolta illuminanti) sulla quotidianità dei militari.