News

Il numero 127 di «Grafica d'arte» (luglio-settembre 2021) apre con un interessante articolo di
Dario Malini, dedicato alle illustrazioni dell'artista-soldato Max Kaus per il San Giuliano ospitaliere di Flaubert. Una pubblicazione uscita nel 1918, all'indomani della fine della Grande Guerra, per l'editore tedesco Kiepenheuer. Le opere di Kaus sono potenti e in un certo senso illuminanti, andando ad adombrare un possibile percorso spirituale di superamento dell’innata brama di potere e bruta violenza insite nell’individuo: la via della ricerca interiore, donandoci, in quel terribile 1918 che seguiva la guerra, un commovente messaggio di fiducia nel futuro e nell’uomo.
Ecco il link: Le illustrazioni di Max Kaus per il San Giuliano ospitaliere (articolo di Dario Malini su «Grafica d'arte» n° 127)
***
Conclusivo intervento dedicato al portfolio di 20 litografie Sull’Adriatico che Aldo Carpi realizzò sulla scorta delle sue esperienze nel corso della guerra in Albania, cui aveva preso parte tra l’inverno del 1915 e la primavera del 1916. 
Alcune di queste straordinarie raffigurazioni, riprese con «realismo semplice, efficace, privo di tutto ciò che potrebbe essere cura vana di particolari», non possono non riportare alla mente del lettore moderno le immagini dell’attuale tragedia di tanti profughi in fuga dall’Africa verso le coste europee.